Functional Training Magazine

FUNCTIONAL SPACE: Proposte di allestimento aree e palestre per il WTA Functional Training System – Functional Gym & Functional Zone: Le line guida di base per una buona gestione degli spazi.

Posted on

Share this on anywhere you want!


andrea-mazzoni-sidea

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo a cura di
Dr. Andrea Mazzoni
Sidea S.r.l.

 

In questo articolo cercheremo di individuare alcuni concetti utili per allestire un’area dedicata all’allenamento funzionale. Procederemo per concetti nel tentativo di essere più chiari e schematici possibile.

Prima concetto: nell’allenamento funzionale gli attrezzi sono accessori.

L’allenamento funzionale potrebbe esser svolto senza attrezzi, a corpo libero, perché il fattore più importante è il corpo con le sue capacità neuro-motorie che gli consentono di muoversi nello spazio. Gli attrezzi sono solo accessori il cui scopo è migliorare l’allenamento rendendolo più specifico, più efficace e cosa importantissima, più vario e divertente. L’area dedicata all’allenamento funzionale dovrà prevedere uno spazio libero e gli attrezzi scelti in funzione della necessità di variare l’allenamento. Un’area dedicata ad un pubblico generico che si allena con l’obbiettivo di migliorare il proprio benessere dovrà esser ricca di piccoli attrezzi in modo tale da poter variare piacevolmente gli esercizi.

Secondo concetto: facile da introdurre.

L’allenamento funzionale, ricco di contenuti allenanti, è funzionale anche dal punto di vista della facilità d’introduzione e dal punto di vista dei costi. Il Functional Training può facilmente inserirsi in ogni contesto; palestra attrezzata con macchine, sala corsi o area di allenamento che sia, senza obbligare a grandi e costose trasformazioni.
Strutture, attrezzature portanti e pavimentazioni specifiche possono servire a migliorare il servizio offerto ma non sono indispensabili. L’allenamento funzionale necessita di Istruttori preparati, di un piccolo spazio e di accessori. Queste le soluzioni più diffuse:

– Area inserita all’interno della sala attrezzi tradizionale.

– Studio Personal (autonomo o interno ad un centro fitness ma separato dagli ambienti comuni)

– Palestra o sala dedicata (autonoma o inserita in un centro fitness).

Terzo concetto: Personal Training o mini classi?

Potrà apparire banale ma allestendo un’area dedicata all’allenamento funzionale è necessario aver le idee chiare sull’indirizzo, in particolar modo è necessario stabilire se s’intende impostare il lavoro attraverso gruppi. Partendo da questa scelta è fondamentale identificare numero e tipologia degli utenti in modo tale da calibrare opportunamente gli attrezzi da scegliere. Per quanto riguarda gli attrezzi con peso, come ad esempio i kettlebell o le palle mediche, un suggerimento potrebbe esser quello di non esagerare nell’ampiezza della scala pesi, privilegiando un atteggiamento conservativo nell’acquisto. Nell’allenamento funzionale infatti l’intensità del lavoro è solo in parte legata ai carichi
utilizzati: con una palla medica da 4 kg ad esempio è possibile allenare sia il sedentario sia l’atleta, non è per forza necessario acquistare tutta la serie. Dal punto di vista dell’investimento iniziale questo aspetto consente di procedere gradualmente, rendendo l’allenamento funzionale una soluzione professionale accessibile e competitiva.

Quarto concetto: Flying; un attrezzo strategico.

Sia che si lavori singolarmente o attraverso classi il primo accessorio che può esser opportuno inserire è il Flying per l’allenamento in sospensione. L’allenamento in sospensione rappresenta infatti un’efficace ed economica soluzione che, risolto il “problema” dell’aggancio, necessita di poco spazio e riassume gli aspetti essenziali dell’allenamento funzionale. E’ inoltre adatto a tutti perché la grande

varietà di esercizi e la possibilità di variare facilmente il carico di lavoro possono soddisfare sia il principiante sia l’atleta. Il Flying può essere considerato l’accessorio più adatto per introdurre l’allenamento funzionale.

Quinto concetto: Flowbag; un attrezzo strategico 2.

La possibilità di variare facilmente la quantità d’acqua rende questo attrezzo, sacca riempita di acqua ed aria, estremamente versatile ed adatto a tutti. Il movimento dell’acqua all’interno della Flowbag rende l’attrezzo fortemente destabilizzante, cosa che obbliga l’utilizzatore ad un intenso lavoro di compensazione e controllo, che coinvolge tutto il corpo. In particolare, l’insieme dei muscoli della

zona centrale del corpo, che compongono il cosiddetto CORE, risulta profondamente coinvolta e stimolata. Gli esercizi sono numerosi ed in tutte le applicazioni si ottiene un eccezionale allenamento della propriocettività, della coordinazione, della forza e più in generale della capacità del corpo di muoversi organicamente. Come per il Flying, la Flowbag riassume gli elementi caratterizzanti l’allenamento funzionale ed è un attrezzo strategico per introdurre l’allenamento svincolato dalle macchine.

Sesto: esempio pratico. Spalliera funzionale più accessori. Budget intorno ai 500 euro + Iva.

Un esempio pratico, utile sia che s’intenda allestire un’area funzionale aperta al pubblico all’interno della sala attrezzi oppure un piccolo studio dove eseguire allenamenti personalizzati e privati, è quello rappresentato dall’adozione della spalliera funzionale corredata da alcuni accessori.

Ad esempio:

  • Spalliera Funzionalespalliera
  • Spazio libero di almeno 4 mq.
  • Flying
  • Flowbag
  • Medical Ball con maniglie kg.4
  • Kettlebell kg.8
  • Kettlebell kg.12
  • Kettlebell kg.16

Con questa sia pur minima dotazione è possibile allestire un efficace corner per l’allenamento

funzionale. La spalliera rappresenta un supporto per il Flying e per esercizi di stretching.

L’allenamento in sospensione col Flying offre una vasta gamma di soluzioni allenanti. Lo spazio libero consente l’adozione delle pratiche di Primitive Functional Movement e l’uso degli altri attrezzi. La Flowbag permette di coniugare gli esercizi di base della pesistica tradizionale a quelli più dinamici e multiplanari del Functional Training, con notevoli implicazioni in termini di propriocettività. La palla medica con le maniglie può esser usata in vario modo e può rappresentare anche un attrezzo introduttivo per gli allenamenti balistici e per tutti i movimenti che impegnano le catene muscolari; come specificatamente avviene con i kettlebell. La dotazione di kettlebell, infine, è sufficiente a soddisfare numerosi utenti.